/Recensioni

Premiati dal Fai gli alunni della scuola media Bellavista di Quartu

C’è anche la IIIA della scuola media Bellavista di Quartu Sant’Elena tra le dieci classi – sulle 400 in gara – premiate con la menzione d’onore del Fai, il Fondo ambiente italiano,al concorso nazionale “Missione paesaggio 2018”. Gli studenti hanno presentato un video sulla “Grande Ercolanese”, esposta ai Giardini pubblici di Cagliari. Il riconoscimento è andato ai “lavori che hanno saputo raccontare il paesaggio circostante, non solo in maniera descrittiva, ma con il valore aggiunto delle proposte per riportare in vita la storia e il patrimonio che ogni luogo custodisce”. La partecipazione al concorso è stata promossa dalle docenti Paola Stigliano e Manuela Oro, con il supporto dei colleghi Simone Lecca e Barbara Cadeddu. “Questo risultato è stato possibile grazie alla coesione tra competenze diverse, che spaziano dall’educazione artistica all’archeologia, [...]

Scuola, studenti come in spiaggia. L’ira dei presidi: bandite minigonne e canotte

A scuola come in spiaggia: shorts, infradito, minigonne, canotte. E i presidi dicono no. Con l’arrivo della stagione estiva è riscoppiata la ‘guerra’ tra i dirigenti scolastici che chiedono un abbigliamento “consono e rispettoso” delle aule scolastiche e i ragazzi che, anche con proteste e sit-in, rivendicano il diritto di vestirsi come vogliono. La premessa d’obbligo è che non esiste in questo senso una circolare del Miur che stabilisca il dress code per frequentare le lezioni ma in base al principio dell’autonomia ogni scuola può scrivere il suo regolamento. Che, a sentire la maggioranza dei presidi, non contempla bermuda, mini abiti, jeans a vita bassa che fanno intravedere gli slip [...]

By | 2018-05-18T11:57:41+00:00 maggio 18th, 2018|Didattica, Famiglia, Formazione, Insegnanti, News, Recensioni, Scuole, Studenti|0 Comments

Scuola, mai così tanti studenti disabili. E il 40 per cento dei docenti di sostegno resta precario

Le certificazioni specifiche nel 2016 sono state 254 mila, cresciute del 65 per cento in dodici anni. In una classe su due almeno un alunno. Accolti quasi tutti nella scuola pubblica e, in particolare, negli istituti professionali. Nel 43,3 per cento delle classi della scuola italiana c’è un alunno con una certificazione di disabilità. Almeno un alunno. La percentuale sale al 46,2 nell’istruzione statale. In media, in queste aule, il numero dei bambini e dei ragazzi con certificazione specifica è pari a 1,37 (altra cosa è la certificazione dei Disturbi specifici di apprendimento come la dislessia e la disgrafia). Di fronte a un problema crescente, il numero dei docenti di [...]

By | 2018-05-17T11:27:37+00:00 maggio 17th, 2018|Didattica, DSA, Eventi, Famiglia, Insegnanti, MIUR, News, Recensioni, Scuole, Studenti|0 Comments

La scuola sarda si svuota: 2601 iscritti in meno

Il numero degli studenti si riduce, soprattutto alla materna e alla primaria. Le previsioni: -20mila entro dieci anni. A rischio circa mille cattedre. La fotografia dell’isola che si svuota è scattata a scuola. Crollo delle nascite significa meno scolari, meno grembiuli e cartelle. E, quasi certamente, taglio delle classi e, forse, dei docenti. Tra pochi mesi, quando inizierà l’anno scolastico 2018-2019, in Sardegna mancheranno all’appello 2601 studenti. È questo il dato allarmante che viene fuori dalle iscrizioni, con il crollo più massiccio nella fascia 3-10 anni: le scuole materne e le elementari pagano il calo delle nascite più forte da quando è iniziata la grande crisi del 2008. Male anche [...]

By | 2018-05-17T11:20:17+00:00 maggio 17th, 2018|Eventi, Famiglia, Insegnanti, MIUR, News, Recensioni, Regione Sardegna, Scuole, Studenti|0 Comments

Capovolgere la didattica: da consumatori di conoscenza a creatori responsabili

Se non si cambia paradigma di apprendimento e didattica, non si produce nulla di nuovo. E lo stesso se non si cambia prospettiva, con l’esempio di maestri come Montessori o il maestro Manzi. Ecco, insomma, perché l’inserimento delle tecnologie nella didattica non è così apocalittico come riassunto in una puntata di Report. inserimento delle tecnologie nella didattica non è sintomo di cambiamento o innovazione. Gli smartphone non servono a niente in classe, anzi sono dannosi alle lezioni, lo dicono gli studenti e lo ribadiscono i loro docenti, e anche esperti emeriti. La Francia li ha vietati, Bill Gates e Steve Jobs ai loro figli non li facevano usare. Le Lim [...]

Abbandono scuola, Isola 2/a in Italia

Save the children Report Save the Children, pochi ragazzi leggono e vanno a teatro. L’Italia è un Paese vietato ai minori e la Sardegna non fa eccezione: è la seconda regione per numero di ragazzi che abbandonano gli studi troppo presto: quasi uno su cinque, il 18,1% (solo in Sicilia, con il 23,5%, si registra un’incidenza maggiore). Oltre un alunno su due è senza mensa (52%) e più dell’89% dei bambini non ha accesso ad asili nido o a altri servizi per l’infanzia. Ề quanto emerge dal nuovo rapporto di Save the Children “Nuotare contro corrente. Povertà educativa e resilienza in Italia”, diffuso oggi dall’organizzazione internazionale. Nell’isola, inoltre, quasi la [...]

Studenti poco brillanti? È colpa del loro vocabolario povero

Gli alunni hanno scarsi risultati scolastici perché hanno un vocabolario molto povero e leggono poco. Secondo una ricerca inglese, gli adolescenti hanno difficoltà a parlare o a scrivere non per via della loro giovane età, bensì perché hanno un vocabolario molto povero che non consente loro di avere proprietà di linguaggio. A dirlo è stato Oxford University Press dopo aver preso in esame 800 scuole secondarie sparse per il paese: il 40% degli studenti possiede così poche parole che sembrerebbe avere delle difficoltà nel seguire le lezioni e anche nel sostenere test ed esami. Se da un lato, per i ragazzi di 12 anni che iniziano le superiori, quello di conoscere poche [...]

By | 2018-05-11T09:48:39+00:00 maggio 11th, 2018|Didattica, Famiglia, Formazione, Insegnanti, News, Recensioni, Scuole, Studenti|0 Comments

Liceo Artistico di Cagliari, arrivano le ruspe: “I nostri laboratori saranno abbattuti” | VIDEO ESCLUSIVO

È ufficiale, al “Foiso Fois” centinaia di studenti stanno per dire addio ai locali nei quali disegnano, modellano e scolpiscono. La decisione comunicata dalla Città Metropolitana e della Provincia: “Non sappiamo quale sarà il nostro futuro, attendiamo che dalle promesse di nuovi spazi si passi ai fatti”. GUARDATE il VIDEO ESCLUSIVO. Addio a una parte del liceo Artistico “Foiso Fois”. I prefabbricati utilizzati fin dagli inizi del 2000 come laboratori dalle centinaia di studenti della sede cagliaritana saranno presto abbattuti. Il motivo? Le strutture sorgono davanti allo storico edificio che ospita, da anni, i possibili pittori e scultori del futuro. Dove oggi ci sono aule, [...]

“Agli insegnanti uno stipendio da accademici, e famiglie espulse da scuole”. Galimberti incanta, ecco la sua #buonascuola

“I genitori devono difendere sempre gli insegnanti altrimenti minano la sfera dell´affettività e dunque la crescita dei loro figli. Alle maestre occorrerebbe dare lo stipendio dei professori universitari perché fanno un lavoro pazzesco. Occorrono insegnanti affascinanti ma oggi il ragazzo si deve ritenere fortunato se su nove docenti ne ha due carismatici”. “Occorrono insegnanti affascinanti ma non è così. Oggi il ragazzo si deve ritenere fortunato se su nove docenti ne ha due carismatici, e questo è un grosso problema. Prima di essere mandati in cattedra, gli insegnanti dovrebbero essere sottoposti a un test di personalità, per comprendere se hanno la passione dell´insegnamento, ma da parte loro i genitori devono [...]

By | 2018-05-08T15:37:47+00:00 maggio 8th, 2018|Didattica, Famiglia, Formazione, Insegnanti, MIUR, Recensioni, Scuole, Studenti|0 Comments

Contano più le conoscenze che le competenze: l’Invalsi americana fa dietrofront, quella italiana tira dritto

Perché gli studenti degli Stati Uniti non riescono a migliorare le loro capacità di lettura nonostante i numerosi investimenti fatti per migliorare questa importante competenza? Per individuarne il motivo, il Naep, l’Invalsi americana ha convocato un gruppo di esperti per analizzare il fenomeno e il risultato delle loro conclusioni è stato sorprendente. Il motivo è che “Leggere non è come andare in bicicletta”, non basta quindi saper solo pedalare, ma per capire un testo occorre poter contare su un solido bagaglio di conoscenze, mentre il sistema scolastico americano a causa delle scelte didattiche prese negli ultimi venti anni dai diversi governi, ha puntato tutto e solo sulle competenze, a scapito [...]

By | 2018-05-07T10:02:32+00:00 maggio 7th, 2018|Didattica, Estero, Insegnanti, MIUR, News, Recensioni, Scuola Digitale, Studenti|0 Comments