Samantha Cristoforetti e l’errore clamoroso in un libro scolastico

La risposta di AstroSam alla foto postata da una mamma su Twitter: bisogna condividere il sapere.

Quando si parla di scienza e astronomia, le bufale sul web fioccano come meteoriti impazziti.

Ma l’episodio di cui vi parliamo oggi, che ha visto persino la mobilitazione dell’astronauta Samantha Cristoforetti in difesa del sapere e della diffusione di nozioni corrette, ha dei tratti a dir poco surreali.

Una mamma ha postato su Twitter la foto del libro dei figli, al primo anno delle superiori, in cui si legge che non sarebbe presente gravità sulla Iss, a causa della sua lontananza dalla Terra.

Nel libro compare una foto degli astronauti con una didascalia:

“Allontanandosi dalla superficie terrestre, diminuisce l’intensità dell’attrazione gravitazionale. Sulla Iss l’intensità della forza di gravità è ridotta al punto che persone e oggetti devono essere ancorati”.

Errore! E Samantha Cristoforetti non ha potuto fare a meno di notarlo, rispondendo prontamente:

“Quanto scritto è una grandissima sciocchezza. Ma veramente si tratta di un testo scolastico?”

La conversazione è andata avanti con le parole di AstroSamantha, la quale ha specificato:

“Alla quota della Iss l’attrazione gravitazionale è circa il 90% di quella sulla superficie terrestre”.

Stando alle teorie di Isaac Newton, la Stazione Spaziale è “un corpo in caduta libera che non raggiunge mai il suolo”.

Anche se c’è chi è convinto del contrario, la Terra è tonda, quindi la stazione ‘cade’ continuamente verso il suolo ma il suolo ‘curva’ alla stessa velocità, spiega un altro tweet.

Per chi si trova all’interno della Iss è come stare in un ascensore che precipita, con il corpo che rimane indietro.

Samantha Cristoforetti ha annunciato che segnalerà il libro di testo al Miur, e ha aggiunto:

“Se avete imparato una cosa nuova, vi chiedo un favore, se potete: oggi spiegatela ad un’altra persona”. Basta fake news, bisogna combattere questi brutti errori sui testi scolastici come in una battaglia tra le galassie.

Tempestive le scuse di Giuseppe Ferrari, direttore editoriale della Zanichelli, che scrive: “Mi scuso per il grave errore, sono due volte dispiaciuto: come direttore editoriale e come ex insegnante di fisica”

Probabilmente, grazie alla foto del libro, Samantha e questa mamma molto attenta saranno diventate amiche, e immaginiamo che presto arriverà per la donna un invito a prendere un caffè in assenza di gravità.

 

da: www.105.net

LINK

By | 2017-11-28T18:17:43+00:00 novembre 28th, 2017|Didattica, Eventi, Formazione, Insegnanti, MIUR, News, Recensioni, Scuola Digitale, Scuole, Tecnologia|0 Comments

About the Author:

Rispondi