Legalita', premiate scuole CagliariQuestore Bontempi a scolari, parlate non tappatevi occhi e bocca.

Studenti, alunni e piccolissimi scolari campioni di legalita’. Sono cinque le scuole della provincia di Cagliari premiate al concorso ‘Forza, fragilita’: solo punti di vista’. Un’iniziativa che si inserisce nell’ambito del progetto nazionale di educazione alla legalita’ dal titolo ‘Il poliziotto un amico in piu” organizzato dalla Polizia di Stato, in collaborazione con il ministero dell’Istruzione e Unicef.

La scuola media Alfieri di Cagliari, il Circolo didattico Dessi’ di Villacidro, l’Istituto comprensivo 2 di Sinnai e le due scuole di infanzia Figlie di San Giuseppe e Le Coccinelle di Selargius si sono aggiudicate con i loro disegni i cinque attestati che poi sono stati distribuiti a ogni singolo scolaro.

”Un titolo emblematico – ha sottolineato il questore di Cagliari Massimo Bontempi – che mette in luce la necessita’ di parlare e non fare come le tre scimmiette, ‘non vedo non sento non parlo’: chi si tappa occhi, bocca e orecchie non vive nella societa’ – ha chiarito il questore rivolto ai ragazzini – E’ importante condividere esperienze, paure con genitori, amici, nonni, insegnanti”.

A ritirare il premio sono stati chiamati dieci ragazzi in rappresentanza dei loro compagni. ”Dai disegni e’ emersa sempre piu’ la necessita’ di reagire ai fenomeni di bullismo e trasformare la debolezza in forza, con il dialogo e il rifiuto della violenza”, ha sottolineato la presidente provinciale dell’Unicef Rosella Onnis. Nei loro elaborati gli scolari hanno anche espresso la consapevolezza del ruolo fondamentale delle forze dell’ordine non solo nella repressione, ma anche nella prevenzione di atti e comportamenti illegali. Rosalba Crobu, del ministero dell’Istruzione, ha messo in rilievo il ruolo dei docenti e l’impegno nell’accompagnare i ragazzi nel loro percorso verso la cultura della legalita’, rispetto dei diritti umani, tolleranza, solidarieta’.

da: www.ansa.it