Kobo-VoxDa Dante Alighieri a Manzoni, da Verga a Calvino i grandi classici in formato digitale offrono vantaggi per gli studenti e le famiglie

Quaderni, penna, matite, e un e-reader. Potrebbe essere questa la dotazione scolastica di un ragazzo in un futuro quanto mai prossimo. Ci ha infatti provato Francesco Profumo, quando era ministro dell’Istruzione, ad introdurre l’obbligatorietà dell’e-book, da affiancare a testi cartacei, per l’anno scolastico 2014/2015. Ma l’accelerazione è stata stoppata dall’attuale ministro Maria Chiara Carrozza, che vuole esaminare più a fondo la questione.

Fatto sta che, anche se non per testi scolastici, l’e-reader può rivelarsi uno strumento quanto mai utile di supporto agli studi.Per questo le case produttrici dei brand leader nel settore si stanno organizzando in vista della ripresa delle lezioni. La proposta di Amazon è il lettore di eBook Kindle, che nella versione base (69 euro e meno di 170 grammi) permette di portare sempre con sé fino a 1.400 libri e, grazie al collegamento WiFi integrato, scarica un libro in meno di 60 secondi da Kindle Store.

Tra i 50.000 testi in italiano e gli oltre 1.500.000 in tutte le lingue è disponibile una sezione dedicata ai classici gratuiti in lingua italiana (oltre 500) che comprendono le novelle di Luigi Pirandello, i Malavoglia del Verga, il Decameron del Boccaccio, e ancora opere di Salgari, Goldoni, Manzoni, Leopardi e D’Annunzio, solo per citarne alcuni, tutti a costo zero. E per gli studenti di letteratura straniera, in lingua originale, si trovano Shakespeare, Dickens, Goethe, Rilke, Baudelaire, Flaubert e molti altri.

La lettura in digitale offre notevoli vantaggi, non solo nell’abbattimento dei costi e del peso dei libri da portarsi sulle spalle, ma anche nella consultazione: la ricerca di parole nel testo è immediata e con l’e reader è possibile sottolineare e scrivere note proprio come si farebbe a margine di un libro di carta, per poterle visualizzare all’occorrenza in un’unica pagina, con link alla posizione nel testo, permettendo, ad esempio, un più rapido ripasso con la possibilità di andare direttamente al punto del libro che si vuole approfondire.

Le sottolineature e le note poi possono essere condivise su Facebook o Twitter, rendendo la lettura e lo studio un’attività “social”. Kindle offre anche la possibilità di portare i propri documenti o le dispense in formato digitale, evitando di stamparli. Basta inviare per e-mail i documenti, inclusi file Word e pdf, direttamente sul Kindle. I documenti personali verranno anche salvati nella libreria Kindle su Amazon.it e saranno pronti per essere scaricati in ogni momento.

Anche Kobo, leader mondiale nel settore dell’e-reading, (tutti i device sono disponibili in Italia attraverso Mondadori, partner ufficiale di Kobo nel nostro Paese), è pronto per i banchi di scuola. Molte le opere letterarie, tutte disponibili sull’eBook store di Kobo: da Manzoni a Calvino, da Dante Alighieri a Italo Svevo. Il Kobo Glo – disponibile a 129 euro- , può contenere fino a 1.000 libri e grazie alla tecnologia Comfortlight, offre una lettura confortevole, sia di giorno che di notte. E per chi cerca un’esperienza multimediale full-color, c’è il tablet Kobo Arc, disponibile a partire da 199 euro, certificato Google-Android che fornisce l’accesso a oltre 700.000 applicazioni e giochi che intrattengono gli studenti anche durante il loro tempo libero.

 

da: www.adnkronos.com