Deledda e AlenixeddaL’istituto Deledda, la scuola Santa Caterina di Sant’Alenixedda e la scuola media Manno scampano al dimensionamento scolastico.

La Giunta regionale si adegua alla decisione del Tar che aveva dato ragione ai ricorsi presentati da docenti e genitori.

CAGLIARI – La Giunta Regionale, su proposta dell’assessore alla Pubblica Istruzione, Sergio Milia, ha deciso di ottemperare, con apposita Delibera, a quanto deciso dal Tar Sardegna in merito al Piano di dimensionamento scolastico, presentato dal Comune e dalla Provincia di Cagliari e successivamente adottato dalla Regione. Per questo il Piano di dimensionamento delle istituzioni scolastiche e dell’offerta formativa per l’anno scolastico 2013-2014, viene modificato secondo le disposizioni contenute nelle sentenze del TAR che ha accolto i ricorsi presentati dai docenti e dai genitori degli alunni iscrittinell’Istituto Deledda, nella scuola primaria Santa Caterina di S.Alenixedda e nella secondaria Manno-Cima e Conservatorio di Cagliari.

COSA SUCCEDE. Nel Piano di dimensionamento scolastico modificato, non ci sarà la soppressione dell’IIS Deledda, con conseguente trasferimento dell’indirizzo Liceo linguistico al Liceo delle scienze umane De Sanctis e trasferimento dell’indirizzo Tecnico all’IIs Azuni di Cagliari. L’accorpamento delle scuola primaria Santa Caterina alla Direzione didattica di via Castiglione. L’accorpamento della Secondaria 1° grado Manno, in parte nella secondaria 1° Alfieri/Conservatorio, in parte nell’Istituto Comprensivo Santa Caterina e in parte nella secondaria 1° grado Ugo Foscolo.

“Per garantire a tutti gli alunni delle scuole interessate un anno scolastico sereno e regolare – ha sottolineato l’assessore Milia – considerando anche l’imminente avvio del nuovo anno scolastico, la Giunta ha deciso di dare attuazione alle disposizioni contenute nelle sentenze”.