tabletVA-1Un bambino su quattro, in Europa, frequenta scuole prive degli adeguati strumenti digitali.

A dirlo e’ un rapporto della Commissione europea, che ha lanciato oggi un piano d’azione, chiamato “Open up Education”, per affrontare il problema dell’educazione digitale, “requisito indispensabile per accedere al 90% dei posti di lavoro che esisteranno nel 2020”. Una percentuale di studenti europei tra il 50% e l’80% non hai mai usato testi digitali, software per gli esercizi, podcast, giochi per apprendere e simulazioni.
Allo stesso tempo, molti insegnanti di scuole primarie e secondarie non si considerano capaci di usare le tecnologie digitali.

Gli studenti lettoni, lituani e cechi sono quelli con il maggior accesso a internet in Europa (90% o piu’), contro i greci e i croati che hanno percentuali dimezzate (intorno al 45%). Lo stesso problema si presenta anche per la formazione universitaria che manca ancora di strumenti digitali di affiancamento alle classiche lezioni frontali .

da: www.agi.it