Leonardo-panoramicaScuole superiori, la rivoluzione

Accorpati Besta e Leonardo e Marconi e Buccari, le sedi non cambiano

Gli istituti Besta e Leonardo saranno accorpati. Fusione anche tra il Marconi e il Buccari. Il Deledda trasferirà l’istruzione tecnica all’Azuni e il liceo linguistico al De Sanctis che acquisirà anche 14 classi dell’indirizzo di scienze sociali dell’Eleonora d’Arborea. Queste alcune delle novità previste dal Piano di dimensionamento per l’anno scolastico 2013-2014 approvato all’unanimità dal Consiglio provinciale. Tutti gli istituti manterranno, peraltro, gli stessi “punti di erogazione del servizio”, vale a dire le stesse sedi. «Il piano», ha spiegato l’assessore all’Istruzione, Franco Mele, «segue le linee guida regionali che prevedono l’accorpamento degli istituti in sofferenza numerica ad altri istituti, intesi non come somma indistinta di indirizzi, ma possibilmente come definizione di filiere normative omogenee, eventualmente afferenti anche alle diverse tipologie di istruzioni». La proposta di dimensionamento è stata elaborata dall’assessorato e dalla commissione Pubblica istruzione con il coinvolgimento delle organizzazioni sindacali e dei dirigenti scolastici. Tra le richieste di attivazione di nuovi indirizzi per l’anno scolastico 2013-2014 sono state accolte quella del liceo scientifico Pitagora di Selargius in relazione all’opzione scienze applicate, quella del liceo artistico Fois che chiedeva l’attivazione di una sezione di liceo musicale e quella del Brotzu di Quartu che auspicava l’attivazione dell’indirizzo audiovisivo e multimediale. Parere positivo anche per la richiesta del Bacaredda (geometri) di istituzione del polo unico per Cagliari e hinterland dell’indirizzo “Costruzioni, ambiente e territorio” nelle sedi di Cagliari e Selargius, completo dell’articolazione “geotecnico” e dell’opzione “tecnologie del legno nelle costruzioni”. «Questo piano», ha commentato Enzo Strazzera (Pd), ricordando il lavoro svolto dalla commissione da lui presieduta, «garantisce al territorio una valida offerta formativa». Alessandro Sorgia (Pdl) si è fatto invece portavoce del dissenso espresso dal Deledda. Omar Zaher (capogruppo Idv), Ignazio Zuddas (capogruppo Federazione della sinistra) e Rita Corda (Pd) hanno chiesto delucidazioni su altri singoli istituti scolastici. Paolo Loche

da Unione Sarda del 04/03/2013