/Insegnanti

La scuola nella società digitale, così educhiamo alla complessità

L’importanza della formazione, della contestualizzazione degli apprendimenti, la necessaria riscoperta della progettazione e dell’argomentazione contro le soluzioni semplici ma false e le narrazioni fantastiche. Ecco quale deve essere il ruolo della scuola, anche con l’ausilio del web, per educare a una società complessa. egli ultimi cinque anni abbiamo assistito ad un massiccio intervento ministeriale di spinta all’innovazione didattica e alla digitalizzazione della scuola. Si sono succeduti due piani nazionali di formazione (PNSD – Piano Nazionale Scuola Digitale) seguiti da una formazione altrettanto consistente su finanziamenti europei (PON 2014-2020). Si tratta forse dell’azione formativa più ampia e complessa attuata nel sistema scolastico italiano in quanto a mole di finanziamenti e a complessità operativa. [...]

By |2018-07-13T17:40:33+00:00luglio 13th, 2018|Didattica, Formazione, Insegnanti, MIUR, News, Recensioni, Scuole, Tecnologia|0 Comments

Gli strumenti digitali migliorano le capacità spazio-cognitive degli studenti

A scuola ci sono già tantissimi device, il tema principale per migliorare la didattica in classe è quello di regolarli. Questa è anche la condizione non solo per dare gli strumenti e accompagnare nell’utilizzo del digitale, ma significa anche educare a tempi e modalità di contenuto nell’utilizzo dei device. L’utilizzo di strumentazione digitale in classe può portare benefici nell’apprendimento degli studenti come asserito da 2 importanti ricerche sul settore: la prima dell’Accademia delle scienze francese, la seconda dell’Università di Padova. Uno studio di alcuni anni fa dell’Accademia delle scienze francese evidenziava un miglioramento sia delle capacità di attenzione visuale selettiva sia in quella di eseguire compiti complessi sullo schermo, oltre [...]

Invalsi 2018, studenti sardi bocciati: non sanno l’italiano né l’inglese

I risultati peggiori alle Superiori. Molto male i ragazzi che frequentano gli istituti professionali. Quelli dei licei bocciati anche in matematica. Male in italiano, malissimo in matematica e in inglese. Sono i risultati dell’Invalsi 2018 che gli studenti di seconda e quinta elementare, di terza media e di seconda superiore hanno sostenuto in primavera. La scuola sarda esce a pezzi dal confronto con le altre regioni italiane. Soprattutto per quanto riguarda la matematica: la Sardegna è ultima in classifica. I “promossi”, cioè coloro a cui è stato riconosciuto un livello di competenze matematiche sufficiente, sono appena il 40%. Studenti bocciati anche in italiano e in inglese: più della metà dei [...]

Scuole al sud: far svolgere i compiti durante il tempo prolungato. Lettera

Gaetano Vergara – Eccoci qua, di nuovo di fronte a queste classifiche che mostrano una scuola meridionale al di sotto dei livelli medi europei e una scuola del Nord che avanza rapida come una Porsche o una Ferrari. Non sono certo che si tratti di dati affidabili al 100%, anche perché trovo discutibile lo strumento di valutazione offerto dall’INVALSI. Tuttavia, riconosco che il divario esiste e reputo che un’estensione del tempo prolungato nelle scuole del Sud Italia possa aiutare a colmare questo gap che osserviamo ogni anno in silenzio, come se fosse un dato strutturale senza possibilità di soluzione. Chiaramente il prolungamento del tempo scuola non può essere la soluzione [...]

By |2018-07-09T14:31:24+00:00luglio 9th, 2018|Didattica, Famiglia, Insegnanti, INVALSI, News, Recensioni, Scuole, Studenti|0 Comments

Smartphone in classe? Sì, se usati con intelligenza

“Smartphone a scuola? Sono favorevole, se usati con intelligenza”. A dichiararlo è stato Salvatore Giuliano, neo sottosegretario nominato al Miur dopo la fortunata esperienza da dirigente scolastico al Majorana di Brindisi, scuola di eccellenza dove tecnologia e innovazione hanno fatto impennare i risultati scolastici degli studenti. L’occasione per iniziare a comprendere cosa si sta muovendo dalla parti di Viale Trastevere si palesa con l’intervento di Giuliano alla presentazione del quarto rapporto Agi Censis sullo stato del digitale in Italia. Tecnologia a scuola, è uno strumento Ci si aspetta molto da lui in tema di digitalizzazione della scuola, visto che al Majorana tutti gli studenti hanno un tablet, studiano anche su libri digitali e non hanno [...]

Verso la totale digitalizzazione della scuola, quali prospettive per il prossimo anno scolastico

Il countdown è iniziato: manca poco alla conclusione dell’a.s. 2017-2018 e noi, tra la fine di un anno ed i  preparativi per il prossimo, siamo tornati ad intervistare il Prof. Lorenzo Lo Presti, presidente della Argo Software. Quali saranno le novità per il nuovo anno scolastico? Con quale spirito la Argo si appresta ad essere partner della scuola? Buongiorno, intanto mi preme evidenziare come quest’anno scolastico, che ormai volge alla fine, sia stato per noi un anno pieno di successi, sia nell’ambito dei servizi di supporto alle scuole che della produzione. La cosa ci gratifica moltissimo!  Abbiamo lavorato alacremente sulla digitalizzazione della scuola e le prossime novità sul Registro Elettronico, [...]

Scuola, il tablet è già realtà

Diversi istituti dei cantoni svizzero-tedeschi sono all’avanguardia nella digitalizzazione dell’insegnamento. Il futuro della scuola è sempre più tecnologico. Il Governo ticinese, infatti, ha annunciato di voler investire oltre 47 milioni di franchi per l’informatizzazione, ma in alcuni istituti dei cantoni svizzero-tedeschi esistono già dei progetti all’avanguardia. Nella scuola elementare di Dagmersellen, nel canton Lucerna, ad esempio, dal 2013 ogni studente dalla terza alla sesta ha un tablet con tastiera. “Abbiamo notato che i bambini erano già in grado di usare questi mezzi e che, visto che già conoscono applicazioni e internet, imparano volentieri. Inoltre abbiamo cercato di istruirli sui pericoli che dell’utilizzo di questi dispositivi”, ha spiegato Urs Vogel, direttore [...]

Scuola digitale, sperimentazione eterna: perché non riusciamo a fare di più

Dal primo piano nazionale di informatica del 1985 all’ultimo piano nazionale scuola digitate, molto è stato fatto per diffondere la cultura digitale nelle scuole, ma i risultati sono ancora disomogenei e le iniziative intraprese raramente sono riuscite a consolidare i risultati ottenuti. Ecco come evitare l’implosione. ampiezza, la velocità e la pervasività dello sviluppo dell’Information and Communication Technology non corrispondono ai parametri del procedere innovativo del sistema d’istruzione, educazione e formazione italiano, non collimano con la logica della “critical mass” [2]. La Legge n° 59 del 15 marzo 1997, art. 21 e il relativo D.P.R. 8 Marzo 1999 n. 275 che la regolamenta hanno gradualmente osato mandare avanti una pianificazione del rinnovamento delle scuole; [...]

Scuola digitale: è il Piemonte la regione più virtuosa

67 plessi tra primarie e secondarie di primo grado, 170 tablet consegnati, 6.400 studenti e 1.280 insegnanti coinvolti nel progetto MyEdu School. Tempo di pagelle anche per la scuola digitale, che in Piemonte supera gli esami a pieni voti: è proprio questa la regione più virtuosa e ricettiva delle novità didattiche digitali proposte da MyEdu. I numeri parlano chiaro: 67 plessi tra primarie e secondarie di primo grado, 170 tabletconsegnati, 6.400 studenti e 1.280 insegnanti coinvolti nel progetto MyEdu School. Sempre in Piemonte, per l’esattezza le scuole dell’IC di Pino Torinese, sono state teatro di una sperimentazione di una nuovissima tipologia di laboratorio con gli studenti, frutto di una partnership con Geomag, il marchio del gioco [...]

Due classi e zero promossi: a Livorno la scuola più “severa” d’Italia

“Carenze di rendimento”, fanno sapere dall’istituto: 40 studenti su 41 non sono stati ammessi alla classe successiva. Su due classi, nessuno è stato promosso. Nessuno dei 24 ragazzi delle due sezioni dell’Istituto Trasporti e Logistica “A. Cappellini” e del professionale “L. Orlando” di Livorno è riuscito a superare l’anno. Sempre al Cappellini, poi, c’è un’altra classe in cui è stato promosso soltanto un alunno, mentre gli altri 16 studenti sono stati bocciati o rimandati a settembre. Il polo livornese, che accomuna tre istituzioni scolastiche dirette dallo stesso preside, sembra essere quello con gli studenti più carenti d’Italia, tanto da guadagnarsi una bocciatura di massa. […]

By |2018-06-25T20:04:22+00:00giugno 25th, 2018|Didattica, Famiglia, Insegnanti, News, Recensioni, Scuole Superiori, Studenti|0 Comments