/Politica

Scuola-lavoro e digitale dimezzati dal governo. Protestano gli istituti tecnici

Dalle Marche alla Brianza la delusione di docenti e presidi degli istituti tecnici . «I tagli previsti nella Legge di Bilancio danneggiano gli studenti nostri istituti che grazie all’alternanza diventavano più appetibili da parte delle aziende». Nella legge di Bilancio 2019 il settore istruzione subisce una sforbiciata complessiva dello 0,1 per cento. Fra i tagli alla spesa, una voce consistente è rappresentata dal drastico ridimensionamento dell’alternanza scuola-lavoro. Dopo la falsa partenza di tre anni fa, fra contestazioni in piazza e molte, troppe improvvisazioni, pian piano, anche grazie alla costituzione di un registro nazionale delle aziende convenzionate, l’esperienza dell’alternanza aveva ormai preso piede nelle scuole, anche se con esiti diversi a [...]

By |2018-11-09T17:36:11+00:00novembre 9th, 2018|Didattica, Insegnanti, MIUR, News, Politica, Scuole|0 Comments

Scuola, quella italiana è inclusiva. Ma per i ragazzi svantaggiati è sempre più dura

Il nostro sistema scolastico si piazza in posizioni alte nel report dell’Unicef sulle disuguaglianze educative, più di Francia e Germania. Lo studio analizza però come vivere in un Paese ricco non garantisca un accesso equo all’istruzione di qualità. La scuola italiana attenua le disuguaglianze di partenza dei propri alunni più di quanto non riescano a fare Francia e Germania e la maggior parte dei Paesi ricchi del pianeta. La buona notizia arriva dalla Report Card, il rapporto realizzato, e pubblicato ieri, dal Centro di ricerca Innocenti dell’Unicef. “Partire svantaggiati: le disuguaglianze educative tra i bambini dei paesi ricchi”, il titolo del rapporto che indaga la situazione in tre livelli scolastici: scuola [...]

By |2018-11-06T09:06:49+00:00novembre 6th, 2018|Didattica, Famiglia, Formazione, Insegnanti, MIUR, News, Politica, Recensioni, Scuole, Studenti|0 Comments

Il commento di Gabriele Uras: “L’ascensore sociale”

“Gli ascensori ci sono ancora, ma tra di essi manca (quasi del tutto) la scuola”. Pubblichiamo oggi la riflessione di Gabriele Uras sulla situazione della scuola in Italia. Il docente spiega come questa istituzione non ricopra più il ruolo di ascensore sociale diversamente da quanto accadeva in passato. *** La scuola non è più un ascensore sociale. Sociologi, pedagogisti, politici lo dicono da tempo e con qualche rammarico, anche sulla scorta di ricerche sempre più accurate sul rapporto tra mobilità sociale e organizzazione dei sistemi scolastici. La nostra comune esperienza ce lo conferma, ma la storia ci insegna che non sempre è stato così. In un geroglifico dell’antico Egitto si [...]

Bussetti: «La scuola non ha bisogno di altri fondi. I professori regionali? Un’idea virtuosa»

Il ministro Bussetti apre alle richieste delle Regioni Veneto e Lombardia sull’autonomia differenziata. Nel bilancio non ci sono fondi per scuole e università? «Ci si scalda con la legna che si ha». Nella bozza della legge di bilancio ci sono 1.000 assunzioni di ricercatori universitari di tipo B più 300 ricercatori per gli enti di ricerca e la riforma dell’alternanza scuola-lavoro, che dovrebbe portare a risparmiare qualche decina di milioni di euro. Ma il ministro Marco Bussetti spera di riuscire a strappare 100 milioni di aumento del Fondo di finanziamento ordinario delle Università (sono 7 miliardi all’anno in totale) e 50 milioni per nuove borse per gli specializzandi in Medicina: [...]

By |2018-10-29T17:48:05+00:00ottobre 29th, 2018|Didattica, Eventi, Formazione, Insegnanti, MIUR, News, Politica, Scuole, Tecnologia|0 Comments

Scuola, trasferimenti bloccati per i docenti: 5 anni obbligatori nella regione di assunzione

Prendere una cattedra e impegnarsi a tenerla per almeno 5 anni, potrebbe essere questa la misura adottata dal Parlamento per mettere un freno alle richieste di trasferimento dei docenti che, ogni anno, usufruiscono della mobilità per tornare a casa. Sono decine di migliaia gli insegnanti della scuola italiana trasferitisi da una regione all’altra per lavorare. Soprattutto si tratta di docenti delle regioni meridionali che, assunti al Nord, cercano appena possibile di rientrare. Lasciando però scoperte altrettante cattedre nelle scuole del Nord. Un problema che finora non ha trovato soluzione, a cui sta lavorando da tempo però il comparto scuola della Lega. La chiave, secondo il senatore Mario Pittoni, attuale presidente [...]

By |2018-10-12T15:08:20+00:00ottobre 12th, 2018|Didattica, Famiglia, Insegnanti, Leggi, MIUR, News, Politica, Scuole|0 Comments

Scuola, posso detrarre la spesa per i libri della media e del liceo?

Tra le spese scolastiche detraibili rintrano quelle per l’acquisto dei libri scolastici della media e del liceo? È una domanda che in queste settimane di avvio delle lezionoi in molti si pongono e diversi lettori ci hanno posto. Tra le spese da portare in detrazione al 19% su un monte massimo di 400 euro, in base alla circolare dell’Agenzia delle Entralte ( la n. 3/E del 2 marzo 2016) purtroppo non rientra l’acquisto dei testi scolastici della scuola secondaria di primo e di secondo grado. […]

By |2018-10-09T21:22:17+00:00ottobre 10th, 2018|Didattica, Insegnanti, Leggi, MIUR, News, Politica, Recensioni, Scuole, Studenti|0 Comments

Maturità 2019, ecco come cambia l’esame: più peso ai crediti e addio terza prova. Due autori per l’analisi del testo

Il ministro Bussetti ha inviato una circolare agli uffici scolastici provinciali e alle scuole con le novità per i maturandi. La prima riguarda i requisiti di accesso: non servirà né la partecipazione alla prova Invalsi né lo svolgimento delle ore di alternanza scuola-lavoro L’aveva detto che l’avrebbe cambiata e l’ha fatto. Il ministro dell’Istruzione Marco Bussetti ha presentato oggi la nuova maturità: più peso ai crediti scolastici, mai più terza prova e meno discrezione dei professori che ora avranno delle griglie di valutazione nazionali per la correzione delle prove scritte. A dire il vero aveva già iniziato Valeria Fedeli a mettere gli occhi sulla prova scritta nominando una commissione di esperti guidata dal linguista Luca Serianni per la preparazione delle tracce della prima [...]

By |2018-10-09T21:18:55+00:00ottobre 10th, 2018|Didattica, Eventi, Formazione, Insegnanti, MIUR, News, Politica, Recensioni, Scuole, Studenti|0 Comments

Scuola, alle medie torna il 6 in condotta anti-bulli

Anche per un governo che si definisce del cambiamento, può esserci voglia di ritorno all’antico. La Lega vuole abolire un altro pezzetto della Buona scuola e ripristinare nell’istruzione obbligatorio il voto in condotta che fa media. Ergo, se ti comporti male rischi la bocciatura anche se sei un fenomeno in italiano e matematica. IL FINE La proposta è stata presentata dal capogruppo in Senato, Massimiliano Romeo, e l’idea è quella di combattere anche così i fenomeni di bullismo e cyberbullismo.«Si deve tornare -spiega – al voto in decimali che fa media al posto dell’attuale giudizio sintetico. Si può anche essere bravi in tutte le materie ma se non rispetti le [...]

By |2018-10-09T21:13:08+00:00ottobre 10th, 2018|Didattica, Eventi, Formazione, Insegnanti, MIUR, News, Politica, Scuole, Studenti|0 Comments

Il rapporto scuola-lavoro in Italia, spiegato con i numeri

Pensare alla digitalizzazione come un’opportunità e non come una minaccia per rispondere in modo reattivo alle esigenze di un mercato del lavoro che cambia continuamente. “La scuola non prepara realmente al mondo del lavoro”. Quante volte abbiamo sentito ripetere questa frase? Ultimamente spesso: cresce infatti la sfiducia che in particolare i giovani ripongono nelle politiche dedicate al lavoro e ai temi dell’istruzione. In questo momento storico, i livelli di disoccupazione in Italia restano alti e toccano principalmente le città del meridione come risulta evidente dalle recenti indagini Istat. Un sentire comune esasperato dalla precarietà ma anche dai grandi cambiamenti che tutto il mondo sta affrontando: dalla relativa instabilità dei mercati alle sfide per la conservazione dell’ambiente, fino alla digitalizzazione dei processi [...]

Cagliari. Cisl Scuola Sardegna: disagio per il personale ATA

Come nel peggiore degli incubi: il personale ATA perdente posto per le restrizioni dell’organico di diritto, del tutto teoriche e non rispondenti alle reali necessità delle singole scuole, dovrà andare a lavorare su altri sedi nonostante la restituzione dei posti concesse dal Direttore Scolastico Regionale Dott. Feliziani con le deroghe attuate nel cosiddetto “organico di fatto”. Questo il paradosso che verrà pagato dai lavoratori. E non si tratta di una cosa di poco conto. Quando si perde il posto e si viene “trasferiti d’ufficio”, non viene solo peggiorata la qualità della vita del personale, ma si assiste, di fatto, ad una riduzione dello stipendio. Non esiste, infatti, un rimborso spese [...]

By |2018-09-14T14:28:06+00:00settembre 14th, 2018|Didattica, Eventi, Formazione, Insegnanti, MIUR, News, Politica, Recensioni, Scuole|0 Comments