/, Eventi, Formazione, Insegnanti, INVALSI, News, Recensioni, Scuole, Studenti/Professionali, tecnici e licei: dove sono i migliori

Professionali, tecnici e licei: dove sono i migliori

C’È MAGGIORE DIVARIO TRA LE SCUOLE CHE TRA NORD E SUD. E IL 50% DEI RAGAZZI DÀ RISPOSTE SBAGLIATE

Il grafico sopra mostra i risultati test Invalsi nei licei, professionali e tecnici. Gli studenti sono quelli del secondo anno e l’anno scolastico 2016/17 divisi per Regione. Le cifre rappresentano la percentuale di risposte esatte nei test di italiano dei principali tre tipi di scuola frequentati dai ragazzi.

I TEST INVALSI NEI LICEI, PROFESSIONALI E TECNICI

Una cosa salta subito all’occhio analizzando i test Invalsi nei licei, professionali e tecnici: non c’è solo una disuguaglianza regionale in Italia, ma anche di indirizzo tra studenti della stessa area che scelgono scuole differenti. E i risultati dei test Invalsi nei licei, professionali e tecnici dimostrano che la differenza tra ragazzi che frequentano diverse scuole è superiore a quella tra ragazzi che frequentano la stessa scuola ma in regioni diverse.

In media, infatti, la differenza tra la percentuale di risposte esatte dei liceali e degli alunni del professionale è del 22,27%, ovvero quella che intercorre tra il 65,18% dei primi e il 42,91% dei secondi. Ed è superiore al divario tra la migliore e peggiore regione in entrambi i ranking, visto che nei licei si va dal 54,84% della Sardegna al 69,79% del Veneto, e nei professionali dal 33,74% della Calabria al 49,16% sempre del Veneto.
Come si vede ai primi e agli ultimi posti stanno un po’ sempre gli stessi. Veneto, Friuli Venezia Giulia e Lombardia sono in testa al liceo così come nei professionali, con le due ultime regioni che in quest’ultimo caso si scambiano di posizione. Mentre in fondo vi sono Sardegna, Sicilia e Calabria per quanto riguarda i licei e Calabria, Molise e Sardegna nei professionali.
E sì, spicca all’occhio come i migliori allievi delle professionali, i veneti, abbiano risposto peggio dei liceali peggiori, i sardi, con una percentuale di risposte giuste del 49,16% nel primo caso e del 54,84% nel secondo.

I RISULTATI NEI TECNICI

Nel mezzo stanno gli istituti tecnici, in cui si va dal 40,06% della Calabria (Sardegna e Sicilia sono le altre due regioni peggiori) al 60,38% veneto, con Lombardia e Friuli Venezia Giulia come seconda e terza migliore regione. Qui il divario geografico tra la migliore e la peggiore supera i 20 punti, mentre nel caso dei licei e dei professionali era appena sopra i 15. Sempre tra gli istituti tecnici è degna di nota la posizione particolarmente bassa del Lazio, con il 47,91% di risposte esatte, molto meno della media nazionale del 52,59%, che nelle altre tipologie di scuola più o meno pareggia. Nelle scuole professionali c’è la sorpresa della Campania che fa meglio, invece, della media italiana, mentre è solitamente decisamente al di sotto. Se la cava male la provincia di Bolzano (per cui si considerano le scuole italiane), che è sempre al di sotto dei valori italiani, al contrario delle aree vicine, che invece sono ai primi posti.

I RISULTATI DI MATEMATICA

Quelli sotto sono, invece, gli esiti dei test di matematica. Qui le distanze geografiche rimangono maggiori di quelle tra scuole. Nei licei e negli istituti tecnici le prime raggiungono quasi i 30 punti. Nei professionali i 18,62. Tra media italiana liceale e professionale invece vi è il 24,49%.

Per esempio i migliori studenti del professionale, veneti, hanno risultati migliori dei peggiori liceali, i sardi. A livello regionale qui il ranking è ancora più classico, nel senso che rispecchia ancora più che nel test d’italiano le differenze socio-economiche.
In tutte e tre le scuole sono Sicilia, Sardegna e Calabria a ricoprire gli ultimi posti, con la Calabria con il 29,5% e il 21,3% in ultima posizione negli istituti tecnici e professionali, e la Sardegna nei licei con il 37,92%. Al di sopra della media italiana sempre solo regioni del Centro e del Nord, con la provincia di Trento prima sia nei licei che nei tecnici, con il 67,35% e il 59,43% di risposte esatte rispettivamente. Nelle professionali non vi sono dati trentini ed è il Veneto ad occupare il podio più alto. Con Valle d’Aosta, Friuli Venezia Giulia e Lombardia ad occupare gli altri posti in testa.
Anche qui il Lazio, che nel liceo si ritrova al di sopra della media nazionale, ricade invece molto al di sotto nei tecnici e nelle scuole professionali. In quest’ultimo caso fa anche peggio della Campania.

 

LE DIFFRERENZE? ENORMI

Ora proviamo a verificare le differenze dei risultati dei test Invalsi nei licei, professionali e tecnicipartendo dai divari tra licei e professionali. La classifica è questa.

I risultati migliori sono, nell’ordine, quelli di Molise, Calabria, Basilicata. Nel primo caso si arriva al 30,29%, contro una media del 22,27%. Differenze minori, pari al 17,19% invece in Sardegna. In generale è al Centro che le differenze sono maggiori, ma non c’è una vera e propria tendenza geografica, in questo ambito.
Al contrario di quanto accade con la matematica i cui risultati sono mostrati dal grafico qui sotto.

In questo caso, nonostante sia sempre il piccolo Molise in testa ai divari tra licei e professionali, con il 29,73% di differenza (media italiana del 24,55), in generale sono le regioni del Centro-Nord quelle nelle quali c’è più distanza tra chi frequenta queste scuole: Emilia Romagna, Lazio, Lombardia. Mentre in Sicilia e Sardegna, ma anche in Campania, si varia di meno del 20%.

MEGLIO I LICEI?

Insomma, abbiamo l’imbarazzo della scelta, se essere più preoccupati perché rimangono così alte le disuguaglianze tra Nord e Sud, o perché sono così ampie quelle tra studenti di diverse scuole, di fatto simbolo delle differenze “di classe” ancora presenti e che emergono anche nelle statistiche sull’abbandono scolastico, di cui Truenumbers ha parlato in questo articolo. Oppure, e soprattutto, perché a conti fatti più di un ragazzo italiano su due ha sbagliato più di metà delle risposte dei test in matematica, e quasi la metà in italiano.

I dati si riferiscono al: anno scolastico 2016/2017
Fonte: Invalsi

 

da: www.truenumbers.it

LINK

By |2018-06-06T16:49:11+00:00giugno 7th, 2018|Didattica, Eventi, Formazione, Insegnanti, INVALSI, News, Recensioni, Scuole, Studenti|0 Comments

About the Author:

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.