Scuola finlandese: meno ore insegnamento, piu’ tecnologia. Ma sicuri sia un buon modello?

Non appena passato dalla poltrona di sottosegretario a più alta di ministro, Lorenzo Fioramonti ha già rilasciato interviste per spiegare il modello di scuola a cui vorrebbe ispirarsi. Oltre alla tassazione di merendine industriali, bibite gassate e voli aerei con lo scopo di raccogliere fondi per aumentare lo stipendio dei docenti, il neo Ministro ha detto di voler rivoluzionare la didattica ispirandosi al modello della scuola Finlandese. Il sistema in uso nel paese più a Nord dell’Unione europea prevede una architettura scolastica decisamente diversa da quella italiana a partire dalla ripartizione del numero di anni di studio nei gradi scolastici. […]

By |2019-09-10T07:49:24+00:00Settembre 10th, 2019|Didattica, Estero, Eventi, Formazione, Insegnanti, News, Recensioni, Scuole, Studenti|0 Comments

Perché solo il 5% sceglie la scuola che garantisce un posto?

Le aziende hanno bisogno di tecnici specializzati, ma non riescono a trovarli. Pochi ragazzi scelgono le scuole giuste. Non passa giorno senza che sulle testate nazionali appaiano articoli legati alla richiesta inevasa da parte delle aziende del settore meccanico-meccatronico e automazione di tecnici specializzati. L’allarme è basato su numeri inequivocabili sia per quanto riguarda il fabbisogno immediato, sia per le prospettive future. Unioncamere stima in circa centomila unità il numero di tecnici richiesti dal settore nei prossimi anni, mentre stime di Confindustria calcolano in circa 280.000 tecnici il fabbisogno dell’industria manifatturiera italiana nel prossimo quinquennio. Le prospettive future non sono rosee se si pensa che dei 542.654 giovani complessivamente iscritti alla prima [...]

By |2019-07-25T15:09:37+00:00Luglio 25th, 2019|Didattica, Estero, Formazione, Insegnanti, MIUR, News, Recensioni, Studenti|0 Comments

Stranieri a scuola, sono quasi il 10 %. Il caso virtuoso del modello lombardo

Pubblicati i dati: un quarto degli stranieri risiete in Lombardia, regione che riesce a mantenere un alta performance ai test Invalsi sulla preparazione dei ragazzi anche di lingua non italiana. Sono in aumento gli alunni con cittadinanza non italiana nella scuola. Degli 8.664.000 studenti dell’anno scolastico 2017/18, circa 842.000 non sono italiani: è quasi il 10 per cento, per l’esattezza il 9,7%, un anno prima gli stranieri erano il 9,4%. Va detto che più della metà sono nati in Italia e in maggioranza hanno frequentato la scuola materna. Gli stranieri di seconda generazione sono infatti il 63,1 del totale dei non italiani. I Paesi maggiormente [...]

By |2019-07-12T16:43:19+00:00Luglio 12th, 2019|Didattica, Estero, Eventi, Famiglia, Insegnanti, INVALSI, News, Recensioni, Studenti|0 Comments

Una scuola nuova per una nuova società: ecco tutto quello che va cambiato

L’attuale modello di scuola era già vecchio il secolo scorso. Forma i cittadini del passato, non quelli della società attuale o di quella futura, in cui dovranno operare. Ma non basta introdurre le tecnologie per migliorare il sistema: bisogna mettere tutto in discussione dalle finalità della scuola alle aule. Ecco perché. Nell’era digitale, non basta introdurre le tecnologie ICT nella scuola per migliorare il sistema educativo, ma c’è bisogno di una scuola nuova per costruire una nuova società.E la scuola nuova deve cominciare a mettere tutto in discussione, dalle finalità della scuola al modello di apprendimento, al ruolo degli insegnanti, fino alle stesse aule in cui si svolgono le lezioni e alla [...]

42: La scuola senza professori

Nessun libro, nessuna lezione, nessun orario. Niente professori. Niente tasse, né contributi d’iscrizione. E’ la Scuola 42 , una scuola di programmazione computer nata senza scopo di lucro, creata e finanziata dal miliardario francese Xavier Niel (fondatore della società di telecomunicazioni Illiad) nel 2013 a Parigi. La scuola non ha professori, non rilascia alcun diploma o laurea ed è aperta 24 ore su 24, 7 giorni su 7, a tutti (dai 18 anni) senza limiti di età e senza alcun costo. La formazione si ispira a nuovi modi moderni di insegnamento che includono la pedagogia peer-to-peer: un’operazione partecipativa, senza classi, senza insegnanti, che consente agli studenti di rilasciare tutta la loro creatività attraverso l’apprendimento [...]

By |2019-05-28T16:26:30+00:00Maggio 28th, 2019|Didattica, Estero, Insegnanti, News, Recensioni, Scuole Superiori|0 Comments

ROUNDUP: può iniziare la scuola di patto digital

I miliardi per la digitalizzazione delle scuole possono circolare: il ministro federale dell’Istruzione Anja Karliczek (CDU) ha firmato giovedì a Berlino il necessario accordo amministrativo tra governo federale e paesi. La “scuola del patto digitale” potrebbe entrare in vigore venerdì, ha affermato il suo ministero. I paesi sono felici che inizi. Criticato il FDP. Nei prossimi anni, le scuole in Germania potranno richiamare più di cinque miliardi di euro per creare WLAN di proprietà scolastica, acquistare tablet interattivi, i cosiddetti smartboard, o acquistare tablet. Il denaro è anche destinato all’ulteriore formazione degli insegnanti affinché possano utilizzare i nuovi materiali didattici digitali. “È fatto”, ha detto Karliczek alla cerimonia della firma. Spera che le prime scuole [...]

By |2019-05-17T07:18:43+00:00Maggio 17th, 2019|Didattica, Estero, Formazione, Insegnanti, News, Recensioni, Scuole, Studenti|0 Comments

Non solo a scuola: la Cina vieta l’uso di smartphone e tablet anche all’università

A scuola il cellulare è vietato in molti Paesi europei ma all’università è un po’ difficile mettere dei limiti a ragazzi e professori. Dall’altra parte del mondo, però, in Cina non la pensano così. E infatti le autorità provinciali dello Jiangxi hanno preso una posizione forte contro smartphone e tablet, vietandone l’uso nelle aule universitarie a meno che non sia richiesto dalle attività didattiche. Agli studenti non sarà più permesso portare questi strumenti in aula a meno di richieste specifiche. […]

Storia delle edizioni Bakame, pioniere della letteratura per l’infanzia in Rwanda

Nel momento in cui il Paese doveva riprendere a vivere dopo il genocidio, Agnès Gyr-Ukunda ha dato vita a una casa editrice: “I bambini avevano perso tutto, il nostro obiettivo era ridare loro un sorriso”. In questi giorni le celebrazioni a Kigali per i 25 anni della strage. “Nel 1995 non c’era più niente. Tutto il Paese era a terra. Ho pensato che avrei potuto aiutare i bambini che non avevano più una famiglia, che avevano perso tutto, portando loro dei libri. La casa editrice è nata per questo, per ridare a quei bambini un sorriso e la gioia di vivere”. Agnès Gyr-Ukunda è la fondatrice delle edizioni Bakame, pioniere [...]

By |2019-04-17T08:54:25+00:00Aprile 17th, 2019|Didattica, Editoria, Estero, Insegnanti, News, Recensioni, Scuole, Studenti|0 Comments

Merendine? No, grazie! In America distributori di libri a scuola

In una scuola elementare della Florida si offre materiale di lettura, piuttosto che dolci, agli studenti che frequentano il distributore automatico. All’estero sembra essere diventata ormai una tendenza consolidata. Dopo le macchinette che dispensano poesie e racconti al posto di sigarette e caramelle, sono arrivati in una scuola elementare della Florida i distributori automatici di libri. “È stato un successo“, ha dichiarato Diane Dwyer,direttrice della Umatilla Elementary di Umatilla, in Florida. “I distributori di libri hanno creato eccitazione e gioia per la lettura“. La scuola ha iniziato a raccogliere libri tramite punti di Scholastic Book Fair, donazioni e acquisti attraverso il personale scolastico e anche i genitori degli studenti sono stati coinvolti attivamente, infatti molti dei volumi [...]

By |2019-04-04T09:56:49+00:00Aprile 4th, 2019|Didattica, Estero, Insegnanti, Librerie, News, Recensioni, Studenti|0 Comments

L’America Fa Marcia Indietro. Meno Didattica per Competenze, Più Conoscenze

Il Naep, l’Invalsi americano, ha convocato un gruppo di esperti a Washington per comprendere come mai gli studenti americani non riescano a migliorare la loro capacità di lettura nonostante la scuola abbia investito molto negli ultimi vent’anni per rafforzare questa competenza. La risposta è stata esauriente: leggere non è come andare in bicicletta. Saper pedalare non è sufficiente, per capire un testo bisogna disporre di un solido bagaglio di conoscenze. Il sistema scolastico americano nell’ultimo ventennio ha invece puntato tutto e solo sulle competenze, tralasciando la ricchezza del curriculum. Nel 2001, sotto la presidenza di George W. Bush, il Congresso americano approvò con un voto bipartisan la legge chiamata No child left behind. Almeno [...]

By |2019-03-25T10:19:38+00:00Marzo 25th, 2019|Didattica, Estero, Formazione, Insegnanti, News, Recensioni, Scuole, Studenti|0 Comments