Scuola Digitale

/Scuola Digitale

Scuola digitale, bando per 120 docenti. Domande fino al 31 luglio

I docenti selezionati saranno esonerati per due anni dalle loro attività entrando a far parte di speciali gruppi territoriali. C’è tempo fino a fine mese per candidarsi. Il Ministero dell’Istruzione ha pubblicato il bando per la selezione di 120 docenti esperti in materia digitale. Un pool di professori dovrà occuparsi di promuovere la diffusione di nuove metodologie didattiche, la creazione di ambienti di apprendimento innovativi nelle scuole, la formazione degli insegnanti, la rilevazione delle migliori pratiche già presenti nel Paese. Le domande dovranno essere presentate dagli insegnanti interessati dal 17 al 31 luglio 2019. La selezione sarà completata entro il mese di settembre, a partire dal quale i docenti scelti saranno esonerati [...]

Italiani popolo di analfabeti funzionali: serve un “maestro Manzi 4.0” e tanto coding

Quasi tutti gli italiani hanno lo smartphone e passano in media circa due ore al giorno sui social. Ma nonostante ciò, il paese non riesce a cogliere i vantaggi economici e sociali del digitale. Perché quasi un italiano su tre è analfabeta funzionale. Ecco perché serve una nuova alfabetizzazione, questa volta digitale. Quasi un italiano su tre è un analfabeta funzionale e questa è una situazione che il Paese non può più permettersi. Ma come fare a invertire la rotta, e perché è essenziale farlo? Innanzitutto perché nonostante l’altissima penetrazione di smartphone, siamo in fondo a tutte le classifiche relative allo sviluppo digitale e, di riflesso, il Paese perde competitività [...]

By |2019-07-10T06:22:21+00:00Luglio 10th, 2019|Didattica, Formazione, Insegnanti, MIUR, News, Scuola Digitale, Studenti|0 Comments

La scuola, una priorità politica

La presentazione, mercoledì a Torino in occasione dell’Italian tech week, della piattaforma di condivisione di esperienze didattiche per i docenti creata grazie alla collaborazione tra la Fondazione Agnelli e Google offre uno spunto di riflessione politico molto interessante. L’innovazione nella scuola – lo si è visto concretamente con il Piano Nazionale Scuola Digitale e lo si vede con le tantissime collaborazioni tra scuole e soggetti privati – accelera e moltiplica il potenziale di innovazione di tutto il Paese. Quando bambine e bambini, ragazze e ragazzi, familiarizzano con il coding, con la robotica, con le applicazioni di intelligenza artificiale, quando sperimentano nuove forme di condivisione e nuovi linguaggi, quando imparano che ogni innovazione [...]

Carta docente, Consiglio di Stato: no Ata ed educatori. La replica: allora mettiamola nello stipendio con Fis e bonus

Niente card annuale da 500 euro per gli educatori. E nemmeno per il personale Ata. La decisione, già presente nella Legge 107/15, è stata ribadita dal Consiglio di Stato. Eppure gli educatori sono docenti Prima con una sentenza di inizio maggio, il 9, perché, sostengono i giudici, l’educatore che opera nei convitti “non ha titolo per invocare il riconoscimento in proprio favore della carta del docente, in quanto non è richiesto ad essi (…) l’obbligo di formazione aggiuntivo rispetto al PTOF” che invece sarebbe previsto solo per i docenti in base al comma 121 della L.107/2015″. Solo che gli educatori sono docenti a tutti gli effetti, della scuola primaria per [...]

Social Warning: Il movimento che porta l’educazione digitale nelle scuole

Abbiamo parlato con Davide Dal Maso, fondatore del Movimento Etico Digitale, che ci ha raccontato del suo progetto per sensibilizzare ragazzi e genitori sulle potenzialità e i rischi del web. La scuola, luogo di conoscenza, di nuove esperienze, di amicizie per la vita e di pensieri verso il futuro. Chi di noi non si è mai sentito fuori posto tra i banchi, ha odiato un professore per il suo metodo o la sua materia, ha sognato una scuola diversa dove imparare anche come vivere? Spesso il sistema scolastico italiano sembra fermo al passato, sia in fatto di metodo sia in fatto programmi e materie. Materie come il latino sono di certo fondamentali [...]

Agile coaching per la scuola, dal digitale una didattica a prova di futuro

Formazione continua, focus sulle soft skill, ampliamento della propria “cassetta degli attrezzi”: sono i cardini di percorsi educativi mutuati dal mondo del lavoro in grado di aprire alle nuove sfide occupazionali. La best practice del liceo “Carlo Porta” di Monza. In una scuola digitale che guardi al futuro, e soprattutto al futuro dei propri alunni, non possono mancare attività che insegnino alcune delle metodologie utilizzate prettamente in ambito lavorativo. Particolarmente efficace il metodo Agile che consente di ampliare la “cassetta degli strumenti” degli studenti, permettendo loro di restare costantemente inseriti nel mondo del lavoro, seppur con modalità di volta in volta diverse.  Non di rado capita di sentire commenti, da più parti, in [...]

Scuola, quali competenze per costruire il mondo che vogliamo

Di fronte alla diffusione del digitale e alle radicali innovazioni della produzione, la sfida per i sistemi educativi si pone nei termini dell’eguaglianza delle opportunità e si traduce nella promozione di competenze adeguate per il cittadino e il lavoratore del futuro. Ecco perché le scelte prese oggi sono fondamentali. fronte delle nuove opportunità offerte dalle tecnologie digitali, il ruolo della scuola non deve essere soltanto quello di accompagnare i giovani a comprendere il funzionamento delle macchine e dei nuovi sistemi: la scelta che le istituzioni pubbliche devono compiere oggi, come sempre, è quella di accompagnare i giovani a comprendere e a potenziare le proprie capacità ideative e realizzative, a immaginare [...]

#Futura L’Aquila, dal 5 al 7 giugno l’iniziativa del Miur: tremila “nativi digitali” invaderanno il centro storico del capoluogo

#FuturaItalia, l’iniziativa nazionale del Ministero dell’istruzione, dell’università e della ricerca per la diffusione del Piano nazionale Scuola digitale, in occasione della conclusione dell’anno scolastico e del decennale del sisma, approda nel cuore della città dell’Aquila con un appuntamento nazionale voluto dal ministro Marco Bussetti che sarà presente il 6 giugno in piazza Duomo. #Futura L’Aquila si articolerà in location individuate nel centro storico dell’Aquila, facendo rivivere gli antichi palazzi del Corso cittadino trasformati in laboratori digitali a cielo aperto messi a disposizione dalle istituzioni pubbliche e private, fra cui l’amministrazione comunale, la Regione Abruzzo, il Gssi e l’Università dell’Aquila. Il cuore pulsante della manifestazione sarà piazza Duomo dove saranno installate [...]

Ed. civica, conoscenze e abilità essenziali di cittadinanza digitale. La Consulta dei diritti e dei doveri

Il testo di legge sull’introduzione dell’educazione civica a scuola, approvato alla Camera, attende adesso di essere esaminato in Senato. Il testo prevede che, nell’ambito dell’insegnamento trasversale dell’educazione civica, rientra l’educazione alla cittadinanza digitale. Educazione cittadinanza digitale: abilità e conoscenze essenziali Il testo di legge, fermo restando l’autonomia delle scuole, indica le conoscenze e le abilità essenziali che gli studenti devono conseguire in riferimento alla cittadinanza digitale. Ecco quali: analizzare, confrontare e valutare criticamente la credibilità e l’affidabilità delle fonti di dati, informazioni e contenuti digitali; interagire attraverso varie tecnologie digitali e individuare i mezzi e le forme di comunicazione digitali appropriati per un determinato contesto; informarsi e partecipare al dibattito [...]

La “Classe Capovolta” ha una forza mondiale: autoapprendimento, autovalutazione e rapporto umano

Riceviamo e volentieri pubblichiamo da Maurizio Maglioni, Presidente Flipnet, Associazione per la promozione della Didattica Capovolta, un contributo sui vantaggi alla didattica e all’apprendimento che deriverebbero dall’adozione del metodo della Flipped Classroom. Il metodo trasmissivo tradizionale della scuola e degli atenei italiani è rimasto generalmente immutato da decenni, nonostante una rivoluzione digitale ed una conseguente globalizzazione abbiano rivoluzionato il mondo della cultura e del lavoro. In particolare, nella scuola italiana ci dovremmo chiedere se la gestione della classe sia adeguata o meno ai nuovi obiettivi di competenza che ieri l’Europa ed oggi il MIUR ci richiedono.(1) La fine del “posto fisso”, il tramonto del ruolo impiegatizio e il nuovo mercato del [...]