Tecnologia

/Tecnologia

Bonus 500 euro, controlli sull’uso distorto

Carta del docente, dal M5S l’interrogazione al Miur sulle criticità, la nuova proposta e i controlli contro le possibili frodi. Il bonus 500 euro per gli insegnanti è nato per essere utilizzato per la loro formazione e l’aggiornamento. Ma non sempre questo accade. Ci ha pensato la senatrice del Movimento 5 Stelle, Tiziana Drago, a presentare un’interrogazione al ministero dell’Istruzione e al ministero delle Finanze, riguardo le criticità rilevate sull’uso della Carta del Docente e, nel contempo, a formulare una nuova proposta in merito alla destinazione dei fondi stanziati ogni anno per il Bonus da 500 euro. […]

By |2019-07-29T08:08:28+00:00Luglio 29th, 2019|Didattica, Formazione, Insegnanti, Leggi, MIUR, Politica, Scuole, Studenti, Tecnologia|0 Comments

Le soluzioni per le scuole sul Mepa: il ‘MePI’ e le attrezzature sportive e ricreative

Con un’offerta merceologica sempre più ampia, il Mepa è in grado di soddisfare anche esigenze particolari di fornitura caratteristiche di specifiche amministrazioni pubbliche. È, ad esempio, il caso delle scuole, per le quali il Mepa rappresenta un’opportunità per acquistare in modo rapido, semplice e trasparente beni utili allo sviluppo dei propri progetti formativi e/o educativi, grazie alla presenza di un’offerta di prodotti e pacchetti appositamente pensati. Ad esempio il bando “BENI” prevede due categorie merceologiche – “MePI: soluzioni integrate per la scuola digitale” e “Attrezzature sportive, musicali e ricreative” – che sono pensate in funzione delle esigenze di fornitura degli istituti scolastici (e delle scuole di formazione, presenti, ad esempio, nei Ministeri). [...]

Crs4, a scuola di intelligenza artificiale: lezioni di tecnologia applicata all’arte

Lezioni di tecnologia e arte. Dal nome delle materie sembra di essere tornati alle scuole medie, invece è la scuola scientifica, ‘Exploring Artificial Intelligence in Art’, organizzata dal Crs4, grazie al contributo finanziario di Sardegna Ricerche. Tema: rapporti tra tecnologia e arte e ruolo che l’intelligenza artificiale ha nella produzione culturale contemporanea. È stato il tema delle lezioni e della giornata conclusiva del percorso alla Manifattura Tabacchi a Cagliari. […]

Carta Del Docente Direttamente In Busta Paga?

Mentre vi scriviamo, il contatore continua a salire ed è già a 1.700 sostenitori: parliamo della petizione per Carta del Docente in busta paga lanciata su Change.org da Vittorio Balestrieri e diretta al Ministro dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca Marco Bussetti. La tesi – perorata da tantissimi insegnanti – è quella che già il bonus di 500 euro è illecitamente assegnato solo agli insegnanti di ruolo, con una “discriminante applicazione della legge 107/15” (la Buona Scuola di renziana memoria, per intenderci). E che comunque viene usata per “acquistare il tablet a Natale, altro che formazione”. […]

Pubblicati (dopo 6 mesi) gli elenchi degli istituti beneficiari delle risorse del Piano per la scuola digitale

Pubblicati l’8 luglio, con circa sei mesi di ritardo, i decreti direttoriali numero 15 del 29 gennaio e numero 67 del 28 febbraio con cui sono stati resi noti gli elenchi delle scuole collocate in aree a rischio beneficiarie di finanziamenti per la realizzazione di ambienti digitali e la formazione dei docenti all’utilizzo dell’Ict. Il Piano nazionale La legge “della buona scuola” 107/2015 al comma 56 affida al Miur il compito di adottare il Piano nazionale per la scuola digitale (Pnsd) tramite cui realizzare attività volte allo sviluppo delle competenze digitali degli studenti tramite una dotazione di 30 milioni di euro a decorrere dal 2016. Compito che è stato assolto [...]

Scuola digitale, bando per 120 docenti. Domande fino al 31 luglio

I docenti selezionati saranno esonerati per due anni dalle loro attività entrando a far parte di speciali gruppi territoriali. C’è tempo fino a fine mese per candidarsi. Il Ministero dell’Istruzione ha pubblicato il bando per la selezione di 120 docenti esperti in materia digitale. Un pool di professori dovrà occuparsi di promuovere la diffusione di nuove metodologie didattiche, la creazione di ambienti di apprendimento innovativi nelle scuole, la formazione degli insegnanti, la rilevazione delle migliori pratiche già presenti nel Paese. Le domande dovranno essere presentate dagli insegnanti interessati dal 17 al 31 luglio 2019. La selezione sarà completata entro il mese di settembre, a partire dal quale i docenti scelti saranno esonerati [...]

L’ora di innovazione per cambiare la scuola dal basso: ecco perché è importante

I processi di innovazione consentono di sviluppare un ampio insieme di Life Skill ma, soprattutto, consentono ai ragazzi di convincersi che possono determinare il loro futuro e quello degli altri a partire esclusivamente da una loro idea, una loro vision. Per questo a scuola si dovrebbe introdurre l’ora di innovazione. i fronte a una scuola che troppo spesso non è nelle condizioni di formare le competenze necessarie per il mondo del lavoro e di trovare una vision condivisa sul digitale – che parta dalla dirigenza e arrivi a incentivare i docenti – sarebbe utile introdurre l’ora di innovazione, per provare a spingere il cambiamento dal basso. Le tecnologie digitali, del resto, potrebbero avere un ruolo [...]

By |2019-07-04T16:49:26+00:00Luglio 4th, 2019|Didattica, Formazione, Insegnanti, MIUR, News, Recensioni, Scuole, Studenti, Tecnologia|0 Comments

Una scuola nuova per una nuova società: ecco tutto quello che va cambiato

L’attuale modello di scuola era già vecchio il secolo scorso. Forma i cittadini del passato, non quelli della società attuale o di quella futura, in cui dovranno operare. Ma non basta introdurre le tecnologie per migliorare il sistema: bisogna mettere tutto in discussione dalle finalità della scuola alle aule. Ecco perché. Nell’era digitale, non basta introdurre le tecnologie ICT nella scuola per migliorare il sistema educativo, ma c’è bisogno di una scuola nuova per costruire una nuova società.E la scuola nuova deve cominciare a mettere tutto in discussione, dalle finalità della scuola al modello di apprendimento, al ruolo degli insegnanti, fino alle stesse aule in cui si svolgono le lezioni e alla [...]

La scuola, una priorità politica

La presentazione, mercoledì a Torino in occasione dell’Italian tech week, della piattaforma di condivisione di esperienze didattiche per i docenti creata grazie alla collaborazione tra la Fondazione Agnelli e Google offre uno spunto di riflessione politico molto interessante. L’innovazione nella scuola – lo si è visto concretamente con il Piano Nazionale Scuola Digitale e lo si vede con le tantissime collaborazioni tra scuole e soggetti privati – accelera e moltiplica il potenziale di innovazione di tutto il Paese. Quando bambine e bambini, ragazze e ragazzi, familiarizzano con il coding, con la robotica, con le applicazioni di intelligenza artificiale, quando sperimentano nuove forme di condivisione e nuovi linguaggi, quando imparano che ogni innovazione [...]

Carta docente, Consiglio di Stato: no Ata ed educatori. La replica: allora mettiamola nello stipendio con Fis e bonus

Niente card annuale da 500 euro per gli educatori. E nemmeno per il personale Ata. La decisione, già presente nella Legge 107/15, è stata ribadita dal Consiglio di Stato. Eppure gli educatori sono docenti Prima con una sentenza di inizio maggio, il 9, perché, sostengono i giudici, l’educatore che opera nei convitti “non ha titolo per invocare il riconoscimento in proprio favore della carta del docente, in quanto non è richiesto ad essi (…) l’obbligo di formazione aggiuntivo rispetto al PTOF” che invece sarebbe previsto solo per i docenti in base al comma 121 della L.107/2015″. Solo che gli educatori sono docenti a tutti gli effetti, della scuola primaria per [...]